Che il vento del marketing videoludico stia rapidamente cambiando è sotto agli occhi di tutti, e noi da tempo stiamo portando parecchi report sul nostro sito e social di questa triste situazione, dove la colpa non sempre è riconducibile alla clientela; ma andiamo a scoprire cosa sta succedendo nel paese del sol Levante.

Molti rivenditori Giapponesi si stanno da tempo lamentando di una situazione che vede opporsi le tante richieste di console PS5 con una drastica diminuzione della vendita di giochi per la stessa, ma cosa sta succedendo?

PS5: i giochi vendono pochissimo in Giappone, i negozianti sono delusi

Sembrerebbe che la televisione Giapponese stia dedicando parecchia attenzione a questo nuovo fenomeno, montando servizi ed interviste direttamente dai negozianti che mostrano interi scaffali

pieni di giochi PS5 invenduti.

Molti accennano a giustificare questa situazione dicendo che l’irreperibilità di PS5 di certo non favorisce il mercato software, dirigendo la clientela verso la più disponibile NINTENDO SWITCH, nata prima della pandemia e sicuramente ancora più facile da reperire, come testimoniano le classifiche di  Media Create dove i giochi Switch la fanno da padrone intervallati da giochi per PS4, ben lontani dalle poche vendite di giochi PS5.

Resident Evil Village - PlayStation 5 : Amazon.it: Videogiochi

Se prendiamo ad esempio Resident Evil Village, dove nel mondo ha piazzato ben 5 milioni di copie vendute, vediamo vendite davvero deboli sul territorio Giapponese con appena 70.000 copie a fronte di un milioni di console PS5 vendute.

Non va di certo meglio nel Regno Unito dove  i giochi faticano a mantenere la propria posizione nelle classifiche.

Guardando il nostro Paese sembrerebbe che le vendite non siano male, anche se l’irreperibilità della console continua a destabilizzare una mercato che da più di un anno fatica a vedere la sua reale forma ed importanza.

Giusto ieri abbiamo dedicato uno spazio per previsioni più rosee sulla distribuzione della console PS5, dove se volete dare un’occhiata potete leggere da qui.

Sappiamo che molti di voi ora saranno pronti a puntare il dito contro il caro prezzi e la digitalizzazione dei contenuti venduti online dagli store, ma noi personalmente non crediamo che siano queste le ragioni di una decadenza delle vendite di giochi nei negozi tradizionali, anzi di solito il possesso di una copia fisica, oltre ad essere occasione per il collezionista, aumenta la passione e la voglia di uscire di casa per scoprire novità e scambiare quattro chiacchiere con i professionisti del settore.

Naturalmente potete darci il vostro punto di vista su una delle situazioni che ormai sono sotto gli occhi di tutti.