Con una quota di 89,04 milioni milioni di unità piazzate, Nintendo ha chiuso i suoi risultati finanziari relativi all’ultimo trimestre fiscale datato 30 giugno.

Malgrado i risultati siano molto appaganti non si è potuto notare una certa flessione di Nintendo Switch rispetto il 2020, infatti prendendo in esame il trimestre  1° aprile al 30 giugno 2021sono state piazzate 4,45 milioni di unità, un dato inferiore del 21% rispetto al medesimo periodo dell’anno passato, ovvero dal dal 1° aprile al 30 giugno 2020 quando Nintendo ne piazzo ben 5,67 milioni di unità.

Analizzando anche la vendita dei giochi ed i relativi guadagni, sembra che il trend sia lo stesso, anche qui una diminuzione del 10,2% e del 13%, rispetto all’anno precedente.

Dopo il grande lancio di Animal Crossing: New Horizons con un debutto di ben 10 milioni di copie, passate ben presto a 33,89 milioni, la Compagnia non ha saputo tenere lo stesso ritmo, un ritmo probabilmente segnato a favore di NINTENDO anche dalle chiusure Pandemiche del 2020 che ne hanno decretato il suo massimo guadagno.

Resta comunque per la casa di Kyoto la consolazione di essere ancora l’Azienda che è riuscita a piazzare più console nella storia arrivando comunque a superare

le vendite di PlayStation 3 (87,4 milioni) e Xbox 360 ( 84 milioni)

Ora siamo pronti a vedere cosa succederà con l’arrivo della nuova NINTENDO SWITCH OLED il prossimo 8 ottobre 2021 nelle sue 2 colorazioni proposte, OLED BIANCO/NERO, BLUE NEON/ROSSO NEON.