Fino ad oggi sulla console next-gen non si fa altro che parlare delle sue caratteristiche tecniche.

Purtroppo SONY non rilascia altro al momento, così tutti noi, specie in questi difficili momenti, dove magari una speranza di vedere una console pronta potrebbe animare gli animi, siamo costretti a vivere di Rumors e delle poche fonti oggi disponibili.

PS5 e la 'lezione' di Mark Cerny che ha lasciato i fan di stucco ...

Torniamo oggi a parlare di uno degli aspetti dichiarati da Mark Cerny, lead architect di PlayStation 5, in merito al tanto discusso CHIP AUDIO 3D – TEMPEST ENGINE.

Una soluzione computazionale per la console next-gen che vuole dedicare al comparto audio un chip dedicato che andrà, in gergo, a formare un’immagine sonora personalizzata e differenziata direzionalmente.

Dunque un core dedicato al suono che facilmente ci consente di capire quanto l’audio sarà raffinato dove gli stessi progettisti del TEMPEST ENGINE  promettono di farci percepire la presenza e la posizione di tutti gli elementi grafici all’interno dei mondi di gioco dei titoli che andranno ad arricchire la ludoteca di PlayStation 5.

Attualmente Garry Tayler e Simon Gumbleton di Sony, di concerto con il Lead System Architect di PS5 Mark Cerny, spiegano che il Tempest Engine ambisce a rivoluzionare l’utilizzo dell’audio in ambiente videoludico, riuscendo a simulare le differenze AUDIO oggi percepite solo dai più moderni impianti HOME THEATRE professionali di alta gamma.

La tecnologia Head-Related Transfer Function, punterà a superare le attuali limitazioni delle soluzioni Dolby Atmos per elaborare teoricamente centinaia di sorgenti audio sonore in un dato spazio digitale, con una “tridimensionalità spaziale” che si rifletterà anche nel modo in cui percepiremo le fonti sonore presenti nei giochi PS5.

Insomma il tutto tradotto in una gamma dinamica 3D a 48000Hz con 256 samples e 187,5 “tick” al secondo, ossia uno ogni 5,3 millisecondi.

Dati che, in parole povere, vi faranno percepire l’esperienza videoludica come presente alle vostre spalle o davanti a voi con una pressione sonora veramente impressionante.

Una potenza computazionale che al massimo del rendimento sonoro potrà arrivare a ben 100 GigaFlops, corrispondente dell’intero cluster di CPU Jaguar a otto core utilizzato da PS4 .

I progettisti di Sony, infine, affermano che il sistema TEMPEST ENGINE sarà compatibile anche con le soluzioni Ambisonics che creano degli “altoparlanti virtuali” generando in questo modo una maggiore “sensazione di presenza”.

Insomma un sistema rivoluzionario che non avrà bisogno di nessun altro decodificatore esterno, grazie al bilanciamento sonoro inflitto alle vostre casse del TV che vi faranno percepire il suono e gli effetti come provenienti da diverse zone senza bisogno di costose casse acustiche e di installazioni professionali HOME THEATRE.

La rivoluzione sta per cominciare!!