Al momento della presentazione di quella che sarà la nuova console ammiraglia di Microsoft, Xbox Series X, molti hanno notato che essa sarà priva dell’uscita ottica dedicata all’audio.

Incuriositi dalla scelta, molti si sono chiesti il perché di questa decisione da parte di Microsoft, ma a chiarire la motivazione è stato Phil Spencer in persona, con un’intervista a IGN Unlocked.

Phil Spencer

Ecco il passo dell’intervista dove Spencer spiega il perché della scelta:

“un singolo componente di una console può costare magari uno o due dollari e molti pensano che questo non rappresenti un problema rispetto al prezzo totale di diverse centinaia di dollari. In realtà quando punti a vendere decine di milioni di console, quei due dollari su 100 milioni di pezzi diventano magicamente una spesa di 200 milioni di dollari nel corso di un ciclo vitale.”

Ha aggiunto inoltre che hanno pensato a lungo se e come implementare l’opzione dell’uscita ottica per l’audio, ma che per motivi di prezzo finale e di spazio all’interno del case hanno deciso di non inserirla.

Nonostante il mondo sia preda della pandemia da Coronavirus, Microsoft ha confermato che il periodo di lancio di Xbox Series X è confermato perle festività natalizie del 2020.

Vi riportavamo notizie in merito al recente passo indietro fatto da Microsoft circa la data di uscita e la retrocompatibilità nella nostra notizia dedicata. Potete dare un’occhiata a tutte le novità in merito alla console next-gen di casa Microsoft visitando il sito ufficiale.