Negli ultimi giorni la casa di Kyoto sta affrontando un grosso problema riguardante la sicurezza, essendo stata vittima di un importante attacco hacker.

A seguito di questo problema Nintendo si è ritrovata costretta a prendere alcune misure anche drastiche, tra cui la disattivazione degli accessi ai servizi tramite network ID.

Vi riportiamo qua sotto il comunicato ufficiale di Nintendo sulla vicenda:

Desideriamo fornire un aggiornamento sui recenti accessi non autorizzati ad alcuni account Nintendo.

Nonostante le nostre indagini siano ancora in corso, vogliamo rassicurare tutti gli utenti che al momento non abbiamo trovato alcuna prova di un’intrusione nei database, server o servizi di Nintendo. In seguito ai primi risultati delle nostre indagini, abbiamo deciso di revocare la possibilità di utilizzare un Nintendo Network ID per eseguire l’accesso all’account Nintendo. Tutti gli altri metodi rimangono disponibili.

Come ulteriore precauzione, contatteremo presto gli utenti per i quali sospettiamo si siano verificati accessi non autorizzati, invitandoli a reimpostare le password del Nintendo Network ID e dell’account Nintendo.

Inoltre, raccomandiamo ai nostri utenti di abilitare la verifica in due passaggi per i loro account Nintendo, come descritto qui:

 Come impostare una verifica in due passaggi per un account Nintendo.

In caso di attività non autorizzate, invitiamo gli utenti a seguire i passaggi indicati nell’articolo 

Procedura per il recupero dell’account Nintendo.

Finché le nostre indagini non saranno concluse, e per limitare ulteriori accessi non autorizzati, non riveleremo altri dettagli sui metodi adottati per accedere agli account.

Ci scusiamo per il disagio e assicuriamo a tutti i nostri utenti che continueremo a mettere in campo ogni sforzo per salvaguardare la sicurezza dei loro dati.

Hacker typing on a laptop

Nintendo sta quindi cercando di risolvere la situazione il più velocemente possibile, e vi raccomandiamo di attivare le contromisure consigliate da Nintendo per proteggere i vostri dati personali.

Vi aggiorneremo sulla vicenda qualora dovessero esserci novità al riguardo.