Gematsu ha avuto l’occasione di intervistare Toshihiro Kondo, presidente di Falcom, in merito ai prossimi rilasci in occidente e all’espansione che sta avendo Falcom negli ultimi tempi.

Qui di seguito vi traduciamo l’intervista effettuata:

■ Quando sono iniziati i lavori per The Legend of Heroes: Hajimari No Kiseki?

Kondo: “Abbiamo iniziato a pensarci poco per volta durante lo sviluppo di Trails of Cold Steel IV. Mentre pensavamo al prossimo capitolo della saga, Hajimari No Kiseki prendeva forma con il desiderio di creare un gioco in cui Crossbell ha ottenuto la propria indipendenza”

■ Hajimari No Kiseki sembra essere simile a The Legend of Heroes: Trails in The Sky The 3rd. Può essere vista come un’opportunità per portare ancora più contenuti al titolo che sono stati precedentemente tagliati, oppure dobbiamo aspettarci un titolo che si basi su argomenti recentemente trattati?

Kondo: “Anche se può essere considerato un aspetto fan service, il volume di storia contenuta è maggiore rispetto a The 3rd. L’ammontare del testo presente in Hajimari No Kiseki è pari all’80% di quanto visto in Trails of Cold Steel IV, quindi più che una copia di The 3rd, preferiremmo che lo vedeste come un nuovo capitolo con contenuti simili a The 3rd. Nuovi personaggi che torneranno in ulteriori capitoli della saga Trails faranno il loro debutto in Hajimari No Kiseki”

Abbiamo saputo che i libri in-game “3 e 9” avranno dei collegamenti ad Hajimari No Kiseki. Ci sono altri libri nella serie che i fan della saga dovrebbero recuperare prima del rilascio di Hajimari No Kiseki?

Kondo: “Oltre a 3 e 9, dovreste leggere anche Carnelia”

Sembra che Hajimari No Kiseki avrà un cast di dimensioni mostruose. Che genere di coordinazione è stata necessaria in termini di doppiaggio e sviluppo nel titolo?

Kondo: “Con i personaggi principali che hanno già fatto la loro apparizione nella saga, il cast non è mai stato realmente un problema. Ma ad ogni modo, inserire i personaggi nella sceneggiatura è stato difficoltoso. Siccome oltre 50 personaggi possono aggiungersi al party, c’è un cast davvero elevato da gestire. Comunque, il dialogo tra i membri del party dopo una linked battle cambia in base ai componenti che fanno parte del gruppo e sono stati preparati dialoghi specifici per alcuni membri del party. Stiamo lavorando con gioia ma anche con stress, pertanto rimanete ancora un po’ in attesa”

■ Ci si aspetta che la serie si muova verso Calvard e oltre dopo Hajimari No Kiseki, ma alcune regioni del nord come Jurai, North Ambria e Remiferia verranno lasciate da parte o saranno un contenuto parallelo come visto in Akatsuki No Kiseki?

Kondo: “Non abbiamo ancora deciso. Dato che lo scenario si estende sempre più ad est, saranno introdotte molte nuove aree. Capiremo come gestire e rappresentarne ognuna con il tempo, ma penso che un approccio in stile Akatsuki sia interessante e da considerare in futuro”

■ É noto che i titoli di Falcom siano rinomati per il loro ritardo in Occidente. Zero No Kiseki e Ao No Kiseki, per esempio, non sono mai stati localizzati in inglese. Con le versioni PlayStation 4 dei titoli, c’è possibilitò che essi arrivino in occidente? E in merito a YS IX: Monstrum Nox?

Kondo: “Mi dispiace veramente molto che non siamo stati in grado di localizzare Zero e Ao No Kiseki. Credo che il rilascio dei titoli per PlayStation 4 sia un’opportunità per localizzarli in Nord America e in Europa. Per YS IX, sono in corso i lavori per il rilascio in occidente”

■ Con il rilascio di Ao No Kiseki e Zero No Kiseki, gli unici titoli che rimarranno non giocabili su PlayStation 4 saranno quelli legati alla saga di Trails in The Sky. Considerando il loro rilascio su PlayStation 3, avete considerato l’idea di rendere questi titoli disponibili anche per PlayStation 4? C’è qualche speranza di giocare a Nayuta no Kiseki , dapprima solo su PSP, sulle console moderne?

Kondo: “Sia coloro che possiedono console moderne che altri generi di piattaforme ci domandano di Trails in the Sky, quindi ho molto lavoro da fare. Personalmente, preferirei ricreare tutto in 3D. Il gameplay di Nayuta è allo stesso modo ben considerato dagli utenti, quindi sarebbe un peccato seppellirlo solo su PSP”

■ Durante la riunione dello scorso Dicembre, avete parlato di un motore grafico proprietario in lavorazione. Quale è stata la decisione che ha portato la casa a lavorarci sopra, piuttosto che usare l’Unreal Engine 4?

Kondo: “Abbiamo considerato l’Unreal Engine come opzione, all’inizio. Per la saga di Trails of Cold Steel, abbiamo usato un motore grafico esterno, ed era sufficiente quando iniziammo la saga; ma mano a mano che procediamo, sorgono delle incompatibilità con la pianificazione del nostro lavoro. Per esempio, nella saga di Cold Steel, ci sono un sacco di modelli unici per ogni evento, ma quel genere di motore grafico non è adatto a queste cose. Lo staff ha pensato, qualora ci fossimo mossi in quella direzione nel futuro, che saremmo stati meglio con un nostro motore grafico. Ogni motore grafico arriva con i propri pro e contro, quindi non penso sia un discorso di superiorità”

■ Lo staff elencato nel sito di Falcom ha un nuovo sound creator che si è unito nel 2019. Abbiamo sentito qualche brano da lui composto fino ad oggi, in qualsiasi release della compagnia?

Kondo: “Ottima osservazione, ma il suo lavoro deve essere ancora mostrato”

■ I fan dei giochi di Falcom sono cresciuti immensamente negli ultimi anni, in occidente. Che genere di sforzo è stato necessario per avere un riscontro nei fan inglesi e che impatto ha avuto questa crescita di pubblico nelle decisioni aziendali?

Kondo: “Ho avuto l’opportunità di scambiare informazioni con distributori, stampa e utenti in Nord America ed in Europa rispetto gli scorsi anni. Sono rimasto piacevolmente sorpreso perchè non abbiamo mai avuto questa opportunità prima. Di questi tempi, le vendite in Europa e Nord America sono estremamente importanti per Falcom e sono soventi essere materia di discussione quando si tratta di decisioni in merito ai titoli e ai contenuti. É una cosa molto positiva”

■ Prima di concludere, c’è qualcosa che vuole far sapere al suo pubblico e ai fan dei titoli di Falcom in Occidente?

Kondo: “Grazie per il vostro interesse nei titoli di Nihon Falcom. Falcom celebrerà i propri 40 anni il prossimo anno. Falcom ha creato con cura contenuti videoludici per 40 anni e credo sia stato questo a condurci dove siamo oggi. Voi tutti potreste aver conosciuto i nostri titoli solo recentemente, ma noi vogliamo continuare a consegnare contenuti videoludici ben curati anche per il futuro, quindi speriamo che continuerete a rimanere con noi”

The Legend of Heroes: Hajimari No Kiseki arriverà in Giappone la prossima estate per PlayStation 4. The Legend of Heroes: Zero No Kiseki e Ao No Kiseki arriveranno rispettivamente il prossimo 23 Aprile 2020 ed il prossimo 28 Maggio 2020 in Giappone. Da ultime indiscrezioni, Trails of Cold Steel IV arriverà il prossimo 31 Ottobre 2020 per PlayStation 4 in Occidente, mentre YS IX: Monstrum Nox è stato rilasciato lo scorso Novembre 2019 in Giappone per PlayStation 4.

Fonte: Gematsu