Il balletto del vero e non vero sta continuando a tenere banco anche in questi giorni post Reveal della console.

Uno degli aspetti più controversi che continuano a tenere banco nelle discussioni degli utenti è la famigerata RETROCOMPATIBILITA’ di XBOX SERIES X con i suoi titoli, oggi rimessa in discussione dalla stessa MICROSOFT.

Ma facciamo un piccolo recap.

Fino a ieri Microsoft, tramite il suo account Ufficiale, parlava di RETROCOMPATIBILITA’ TOTALE della console  fin dal lancio con tutti i giochi attualmente disponibili su Xbox One .

Poche ore più tardi, invece, dietro specifiche domande dei fan i responsabili Microsoft hanno fatto dietrofront con questa dichiarazione dove si confermava il tutto, per poi rimuoverla subito dopo:

Correzione: ad oggi, abbiamo trascorso più di 100 mila ore testando i nostri giochi preferiti di Xbox One, inclusi gli esistenti titoli retrocompatibili di 360 e dell’originale Xbox, su Xbox Series X. Anche se stiamo ancora conducendo il processo di validazione, possiamo confermare che al lancio saranno giocabili migliaia di titoli”.

Ora perché il Tweet è stato rimosso?

Sembrerebbe che malgrado il loro sforzo per rendere compatibili tutti i titoli questo alla fine non sarà possibile, dunque si torna ai discorsi primordiali di alcuni mesi fa dove si parlava di RETROCOMPATIBILITA‘ ridotta ad alcune centinaia di titoli.

Situazione questa ancora nel limbo delle incertezza anche per quanto riguarda PLAYSTATION 5, dove la stessa SONY ha ribadito bene o male la stessa cosa dove si parla di 4.000 titoli compatibili ma non di tutti i giochi usciti.

Queste situazioni di incertezza non riguardano poi soltanto la RETROCOMPATIBILITA’ DELLA CONSOLE, ma anche della data d’uscita.

Secondo quanto ci perviene in questo momento sembrerebbe esserci una nuova dichiarazione in merito alla stessa via TWEET:

Dunque anche la data del 26 novembre, fino a pochi giorni fa dichiarata dalla stessa MICROSOFT sarebbe errata, limitandosi come nel Tweet sopra a parlarci di generiche feste Natalizie 2020.

Alla luce di tutto ciò crediamo che le due Aziende, SONY e MICROSOFT, si stiano marcando a vicenda, e che nel tentativo di tenere duro, e non perdere fan, anche per la situazione CORONAVIRUS, stiano facendo dichiarazioni molte volte imbarazzanti che ci lasciano spiazzati e non ci fanno capire le loro vere intenzioni.

Che senso può avere continuare a dire per poi ritrattare a metà tutto quello detto?

Sono sicuro che torneremo presto a parlare di questo teatrino mediatico che altro non fa che creare confusione in una situazione già complessa.