Si erano un po’ perse le tracce, ma sapevamo tutti che Dying Light, il seguito del fortunato primo capitolo (uscito nel 2015) era in sviluppo presso gli studi di Techland.

Come un fulmine a ciel sereno però Techland ha ufficialmente annunciato tramite un post sul suo profilo Twitter ufficiale che il gioco è stato rinviato a data da destinarsi, scoraggiando un po’ chi aspettava con ansia il titolo.

Il comunicato ufficiale di Techland firmato dal CEO della compagnia Pawel Marchewka

“Puntavamo inizialmente a lanciare Dying Light 2 in primavera, ma sfortunatamente abbiamo bisogno di maggior tempo per dare forma alla nostra visione nella sua completezza. Sveleremo maggiori dettagli nei prossimi mesi, torneremo da voi non appena avremo nuove informazioni. Ci scusiamo per questa notizia sgradita. La nostra priorità è quella di realizzare un’esperienza all’altezza dei nostri standard e delle vostre aspettative

Si sapeva ancora poco del titolo, ma forse per tenere ancora un po’ viva l’attenzione sul titolo Techland ha promesso che nei prossimi mesi arriveranno interessanti novità, con le quale spera di poter fare felici i fan del franchise.

Molti titoli in questo periodo sono stati rimandati di qualche mese (o come nel caso di Dying Light 2 a data da destinarsi), che sia colpa dell’imminente arrivo di PlayStation 5?

Ricordiamo che il gioco dovrebbe uscire su per la primavera di quest’anno su PlayStation 4, Xbox One e PC, a data da definirsi.