Tutto ciò è avvenuto l’11 novembre. Nella zona degli Studios della Warner Bros è avvenuto un incendio, e gli edifici, per ovvie questioni di sicurezza, sono stati evacuati. Tutti sono usciti, tranne uno: Clint Eastwood.

A raccontare l’accaduto è stato il figlio tramite il suo profilo Instagram. Nonostante sia stato esortato sia dai pompieri che dalla polizia ad allontanarsi dalla zona pericolosa, ha risposto con un netto rifiuto: sto bene, c’è un lavoro da finire. Queste sono state le sue parole.

Questo invece è quanto è stato scritto dal figlio:

“Il mio vecchio papà di 89 anni ha replicato così agli uomini della sicurezza ed è rientrato dentro la sala di mixaggio per assemblare il film”

Il rogo è durato circa tre ore e ha bruciato trecento metri quadrati. Fortunatamente il tutto è stato fermato grazie all’intervento di oltre 230 pompieri, assistiti da 5 elicotteri e 2 aerei anti incendio. Purtroppo un vigile del fuoco è rimasto ferito.

Il compositore Christopher Drake ha twittato:

“Ho dovuto evacuare il mio studio alla Warner Bros per la prima volta in assoluto a causa del fumo del #Barhamfire proprio dietro il lotto dello studio. Al momento WB è in blocco totale”

Di seguito potete vedere il video girato da Scotto Eastwood.

Il titolo del film di Clint Eastwood è: Richard Jewell.