Ve ne avevamo parlato non molto tempo fa, ed ecco che oggi arriva finalmente la opening di Death End re;Quest 2, il seguito del JRPG di Compile Hearts.

Il theme principale che sentite in sottofondo è intitolato “Bug Fixer“, ad opera di Gesshoku Kaigi. Qui di seguito invece approfondiamo un po’ il titolo!

La storia e il mondo di Death End re;Quest 2

Una ragazza di nome Mai si dirige verso la città maledetta di Liz Shoala dove vive sua sorella Sanae. Ella decide di vivere in un oscuro dormitorio chiamato “Wardsworth” così da poter riabbracciare Sanae, ma qui scopre un’orrenda verità: non solo è introvabile, bensì sua sorella parrebbe non essere nemmeno mai esistita!

Utilizzando la potenza del PC di Arata Mizunashi e le sue abilità di hacker, Mai inizia l’esplorazione, sprofondando nel “Rondò della disperazione“, dove il programmatore Arata pare essere scomparso e 20 ragazze vengono ritrovate morte.

La Città Liz Shoala
É il luogo dove avviene tutta la vicenda del titolo, una città collocata tra le montagne. Un tempo era una bellissima città sul lago, ma a seguito di una crisi dovuta ad un culto religioso, la popolazione è drasticamente calata. Ad oggi vivono circa 50 famiglie nelle poche case abitate rimaste.

É proibito uscire la notte in città. Ciò è dovuto al fatto che la città diventa un luogo grottesco e sinistro nelle ore notturne, tanto da indurre agonia e paura nei visitatori. Chi perde la propria via nelle ore notturne non può fare altro che fuggire…

Wardsworth, il dormitorio
Il cuore di Liz Shoala è la chiesa, dove è incluso anche il dormitorio femminile. Misteriose sparizioni caratterizzano questo luogo, da quando arriva la protagonista Mai al suo interno.

La religione, El Strain
La religione del posto non è considerata oppressiva e, anzi, parrebbe portare conforto in tempi di grande crisi per il paese. Inoltre si dice sia molto tollerante quando è il caso di prendere posizione nelle decisioni più importanti.

Ombre Oscure
Oltre ai mostri, nella città si annidano anche misteriose entità conosciute come “Ombre Oscure”. Si dice siano l’incarnazione della malizia umana o comunque “qualcosa non di questo mondo”. Appaiono la notte, ecco perchè è consigliabile non uscire in città. Cosa potrebbe succedere se si venisse catturati?

I personaggi principali

Mai Touyama (doppiata da Chiwa Saito)

Una ragazza che vive nel dormitorio di Liz Shoara. Ha un triste passato alle spalle, con una madre ufficialmente scomparsa e il padre uscito di senno. Mai è stata trovata chiusa nella propria camera da un ufficiale della città e portata al dormitorio femminile della chiesa dopo averla dichiarata orfana. Per via di ciò che ha passato, il suo cuore è diventato come la pietra e molte delle sue maniere sono discutibili, non avendo ricevuto un’educazione adeguata. É estremamente intelligente ma molto inespressiva.

Rotten Dollhart (doppiata da Madoka Asahina)

Si fa chiamare Rot. Vive nel dormitorio con le altre ragazze ed ha una personalità allegra e gentile. É costantemente alla ricerca dell’avventura per soddisfare la propria curiosità ed è il genere di persona che aprirebbe il proprio cuore a chiunque. Per tale motivo, sprona costantemente Mai durante l’avventura. Nel tempo, anche Mai inizia a fidarsi di lei, tanto da divenire molto amiche.

Liliana Pinnata (doppiata da Manaka Iwami)

Una ragazza che vive nel dormitorio con Mai e Rot. Un demone si impossessò di suo padre, portandolo al suicidio. Per tale motivo, sua madre impazzì. Per ciò che accadde, Liliana considera i demoni “il male che distrusse la sua famiglia” e confessa a Mai e Rot di voler “epurare il mondo dai demoni con l’aiuto della chiesa e ricercare la verità”. Utilizza un linguaggio molto edotto e sa interfacciarsi alla perfezione anche con gli adulti.

Shina Ninomya (doppiata da Hisako Tojo)

L’eroina del primo capitolo ritorna anche nel sequel; un tempo lavorava per una compagnia chiamata Enigma. Con il genio Arata completò un gioco di nome “World’s Odyssey”. Con la scomparsa del collega, è tempo per Shina di rimettersi all’opera.

Il sistema di battaglia

Battaglie a turni
Come ogni JRPG che si rispetti, il giocatore ha a disposizione un sistema a turni basato su 3 personaggi in squadra. L’ordine di azione viene condizionato in base alla velocità del personaggio. All’inizio del turno, ci si potrà spostare dove preferiamo sul campo di battaglia, così da poter scegliere se effettuare attacchi ravvicinati o fuori portata del nemico.

Il Triact System
Il sistema Triact permette all’utente di intraprendere 3 azioni in un solo turno. Tali azioni solo “Attacco, Difesa, Oggetti”. Il sistema Triact permette al giocatore di portare al massimo l’esperienza tattica nella battaglia.

Il sistema Super Knockback
Ritorna dal precedente capitolo anche il sistema del Contrattacco, dove un nemico veniva lanciato in aria per ricevere molti più danni. Con il Super Contrattacco i nemici voleranno ancora più in alto, subendo maggiori danni; in base alla direzione del lancio, potremmo causare danni anche ai nemici circostanti.

La modalità Glitch
Ritorna anche la Modalità Glitch!
Ogni volta che Mai o gli altri vengono attaccati da un nemico oppure toccano qualcosa di maledetto, si incrementa il tasso di corruzione. Una volta raggiunto il livello prestabilito, il personaggio entrerà nella modalità Glitch e cambierà aspetto.

Ed ecco per voi una carrellata di immagini nella galleria sottostante!

Death End re;Quest 2 è in arrivo per il prossimo 13 Febbraio 2020 per PlayStation 4 in Giappone e successivamente verrà rilasciato in Occidente. Cosa ne pensate?

Fonte: Gematsu